7 cose che le persone di successo NON fanno. E tu?

cosa non fanno le persone di successo

Se vuoi davvero imparare a raddoppiare la tua produttività in poco tempo (e con sforzi contenuti) ho un’ottima notizia per te: puoi farlo.

Basta prendere spunto da un settore apparentemente distante anni luce: quello dell’alimentazione e delle diete.

Ora, pensaci bene e rispondi a questa domanda:

Qual è la dieta migliore di tutte?
Quella che porta più risultati?

La Mediterranea, quella a Zona, la Paleo, la GIFT, quella Low-Carb o quella Low-Fat, o la Dukan?

Te lo dico io… Tutte e nessuna.

Prendi la penna rossa e scrivi sul tuo taccuino degli appunti:

QUELLA CHE PORTI A TERMINE DA CIMA A FONDO 🙂

C’è però un aspetto che accomuna quasi tutte le diete e che è davvero l’ingrediente principe di questo articolo.

Tutte, senza nessuna esclusa, partono da una base comune: “elimina le porcate” e i vizi.

Ecco, se voi davvero diventare super efficace e produttivo

  • non devi per forza imparare tecniche ninja
  • non sei costretto a rivoluzionare la tua vita
  • non devi necessariamente iniziare a coltivare nuove abitudini come uno stakanovista talebano

No. Basta che elimini la monnezza e quelle attività perditempo

  1. che non ti rendono nulla
  2. ti costringono spesso a lavorare tanto e senza risultati
  3. sono spesso collegate a tuoi vizi o debolezze

Ecco allora una lista di attività che le persone super-produttive evitano accuratamente di fare.

Stai dunque lontano anche tu dagli errori qui sotto e sarai in grado di aumentare la tua produttività del 200% in poco tempo.

logo nike

1) Non aspettano fino a quando si sentono motivati, semplicemente lo fanno

“I dilettanti siedono e aspettano l’ispirazione, il resto di noi semplicemente si alza e va a lavorare.”

Stephen King

La tua capacità di fare le cose quando non hai voglia determina quanto vieni pagato alla fine della settimana o del mese.

OK, la vita non è sempre una grande esperienza. Molte volte i cattivi umori sono incontrollabili e nel tuo film non sempre i buoni vincono e le canaglie finiscono in galera.

È per questo che la capacità di trascurare il tuo cattivo umore, e mettere da parte i tuoi sentimenti durante il lavoro è un’abilità importante se vuoi essere super produttivo e concludere molti compiti in poco tempo.

NO MATTER WHAT

Mi ricordo di Alex Schwazer, il marciatore che adesso tutti ricorderanno solo per lo scandalo doping, raccontare su un giornale di quando andava a correre a Natale, con 10 gradi sottozero e mentre pioveva o nevicava… alle 5 di mattina, prima di andare a lavorare.

Doping sì o doping no, quanti sono disposti a farsi un mazzo così?

Di certo restare a letto è molto più invitante, ma i risultati sono impietosi al riguardo.

alex schwazer motivazione e sacrificio

2) Non corrono senza un piano

Sapere dove sei diretto è la metà della strada.

Le persone produttive lo sanno bene e per questo pianificano quasi tutto, dagli obiettivi a lungo termine agli impegni di domani.

E, per inciso, fanno in modo di ricordarselo il più possibile, a costo di pagare qualcuno per farlo.

Hanno chiaro ciò che vogliono e come possono raggiungerlo: ciò gli conferisce un senso di relax e di fiducia nella loro capacità di ottenere ciò che vogliono e, nel frattempo, fornisce lucidità nelle scelte per non farsi abbindolare da chimere altrui che li porterebbero lontani dalla meta.

LEGGI ANCHE  Ecco perché la Curiosità è la causa #1 dei Fallimenti (e cosa devi fare)

 

3) Non sabotano loro stessi

Anche quando si svegliano tardi, procrastinano o si sentono pigri (sono esseri umani anche loro), non si battono contro loro stessi.

Lavorano duramente e alla fine si sentono bene con se stessi e accettano qualche sconfitta ogni tanto, perché fa parte del gioco.

C’è, in tutta onestà, che sono anche molto bravi a vendersi bene e nascondere pubblicamente questi tratti di debolezza.

 

4) Non sono realistici quando si tratta delle loro abilità

Quando si tratta delle tue capacità e aspettative, è meglio essere un illusionista che essere modesto o realistico.

Le persone di successo e vincenti, sono sicuri delle loro capacità. Credono di poter realizzare qualsiasi cosa e si aspettano che il meglio debba venire.

Questo è molto importante per essere produttivi.

Avere tali opinioni su te stesso ti spingerà (anche se sei la persona più pigra sulla terra) ad intraprendere azioni al fine di giustificare le tue convinzioni. Ciò farà abbassare la tua resistenza al duro lavoro.

Ogni volta che ti senti incapace, semplicemente chiediti

avere questa convinzione mi ha mai aiutato?

Se no, sbarazzati di essa e assumi una nuova credenza, perché alla fine della giornata una convinzione sbagliata che ti fa sentire bene è molto meglio di una più realistica che ti fa sentire incompetente.

 

Persone-super-produttive-e-ricerca-di-lavoro

5) Non lasciano i compiti più grandi alla fine

Le persone super produttive hanno l’abitudine di partire con il loro compito più importante o più difficile.

Anche mio nonno Diego ha sempre sostenuto questo doppio principio:

  • la cosa più difficile va fatta subito
  • la scrivania deve essere il più sgombra possibile

Ciò rende più semplice la loro vita per il resto del giorno e dà loro una spinta supplementare di fiducia.

Inoltre, come abbiamo raccontato nel webinar con Alex Billico e con Luca Vanin, seguire la regola delle 3 cose più importanti da fare prima di pranzo  è davvero uno dei migliori insegnamenti che io conosca (e tu possa applicare subito) per aumentare la tua produttività.

 

6) Non fanno tutto da soli (delegano quello che possono)

Le persone produttive tendono a non essere maniaci del controllo e ad accettare l’idea che non possono fare tutto da soli.

Fanno ciò che nessun altro può fare per loro, ma esternalizzano o delegano il resto a persone in grado di gestire questi compiti.

Così hanno più tempo per concentrarsi sulla loro vita e crescita personale.

 

7) Evitano ogni tipo di interruzione

E’ difficile essere produttivi quando sei sempre distratto.

Per essere efficienti è necessario evitare qualsiasi cosa che ti porta fuori dal tuo flusso mentale e concentrarsi di più su come portare a termine le cose velocemente.

LEGGI ANCHE  Repeated Bout Effect: perché "smetti di migliorare" (nonostante gli sforzi)

Nel mio libro ne parlo come i 15 killer della produttività, ma qui ne voglio ricordare solo 3, i peggiori:

  • Spegni il telefono
  • Chiudi il browser Internet e la mail
  • Sbarra la tua porta della camera o dell’ufficio

Applicali quanto più riesci e ti assicuro che, riuscendo ad essere più concentrato, sarai anche più efficace e produttivo.

riunioni veloci con google calendar

[sociallocker id=2096]

8) Non iniziano senza una scadenza

Una scadenza ti farà correre più veloce e ti dà un senso di urgenza.

Non solo: fa lo stesso con i tuoi colleghi e collaboratori e riduce al minimo, specie nelle riunioni, la sindrome di Parkinson (sì, come quello del morbo, ma vuol dire un’altra cosa).

Prova a impostarne ancora di più brevi. Già facendo questo, potresti raddoppiare la tua produttività.

Se ci hai mai fatto caso perfino Google Calendar suggerisce riunioni più brevi (v. foto sopra).

 

 

9) Non cambiano la loro routine

Perché cambiare un piano vincente?

Al massimo quello che fanno è perfezionarlo, adattarlo a nuove condizioni di lavoro, mercato, famiglia…

Il trucco qui è di creare una routine e mantenerla abbastanza a lungo per capire se funziona meglio della precedente oppure no.

Non ha invece senso cambiarla ogni giorno o settimana, perché la produttività non è un sprint ma una maratona e

le routine sono semi che vanno piantanti e lasciati crescere
prima di vedere se le piante che nascono daranno buoni frutti

Tagliarle quando sono ancora degli esili stesi è folle… ma molto diffuso 🙁

 

10) Non sono multitaskingrobert shemin cretino ricco

E’ stato già detto, ma non mi dispiace ripeterlo: il cervello, il mio cervello e il cervello di tutti, non è stato progettato per il multitasking.

Concentrati su una cosa alla volta e farai le cose più velocemente e sarai più efficace, anche del tuo vicino di casa, di banco o di scrivania che pensa di essere più intelligente di te (e non manca di fartelo pesare ogni giorno).

Non ti ha mai sfiorato un pensiero del tipo

perché quel coglione di… adesso è ricco/di successo/famoso e IO no?

C’è chi, come Robert Shemin, ci ha scritto un libro di successo sopra quest’ultima affermazione.[/sociallocker]

Tirando le somme

Amico mio, non pensare (specie a breve termine) di essere un fenomeno come Ronaldo, raramente siamo così intelligenti come vorremmo essere e come ci piace farci vedere dagli altri.

Fai invece poche cose e bene e vedrai che farai mangiare la polvere a tanta gente quando sarai diventato super produttivo ed efficace, smettendo di fare troppe cose inutili e concentrandoti solo su quello che davvero può fare la differenza.

 

Davide

 

Perché adesso non condividi con noi, nei commenti qui sotto:

  • quale di queste cattive abitudini sono più radicate in te
  • una piccola storia collegata a queste "cose da non fare"
  • il tuo progetto personale in 3 passi per eliminarla dalla tua vita

Post Consigliati

Nooo, mi si è stortato… Un dramma. Una tragedia. Una sventura. Come solo le mamme più amorevoli e premurose riescono ad immaginarselo. Anche se non è nulla… per i papà 🙂 Il grido di mia moglie Manuela nooo, si è ...
Come gestire il tuo tempo quando sei un imprendito... Genitori, imprenditori, imprenditori con figli... DOVE È FINITO TUTTO IL NOSTRO TEMPO? Proviamo ad andarci a fondo. Inizio col dire che sono molto sensibile a questo argomento perché ha in qualche ...
Chiedere una testimonianza: ecco il momento giusto OK. Tutti ti dicono e scrivono post chilometrici sul fatto che per vendere di più devi avere più testimonial. Niente in contrario. Ma sai quando è il Momento IDEALE per chiedere una testimonianza? ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *